Il futuro? Con la Charrette è una questione di brainstorming

Alla Mediateca si chiude il laboratorio di progettazione sugli stili di vita dei prossimi dieci anni. I risultati vengono presentati il 26 giugno all'evento Toronto meets Milano. Come partecipare

Dopo dieci giorni di intenso lavoro, si conclude oggi, venerdì 19 giugno, alla Mediateca Santa Teresa la Charrette della Special Edition Future Ways of Living. Al laboratorio di progettazione urbana promosso da Meet the Media Guru e Institute without Boundaries di Toronto hanno partecipato 60 professionisti, studenti, docenti da tutto il mondo per un brainstorming collettivo sugli stili di vita del futuro forte degli stimoli offerti dai Guru Days. Il risultato sono progetti innovativi in campo sociale, culturale, economico e ecologico elaborati con l’aiuto degli expert advisors, professionisti di primo piano attivi sul territorio lombardo.

 

CAT_0536

I gruppi della Charrette hanno operato con l’approccio visivo, multidisciplinare e collaborativo tipico di questa metodologia di lavoro anglosassone per disegnare gli scenari che vivremo da qui al 2025. Aiutandosi con post-it, cartelloni, immagini, grafiche digitali, l’équipe ha elaborato, sviluppato e discusso prototipi innovati su 6 macro-aree quali Energia & EconomiaEducazione; Mobilità; Cibo; Salute & BenessereComunicazione & Cultura.

A dare il kick-off è stata la fase 1 detta Ideation con i team intenti a delineare l’ossatura cardine dei diversi lavori. Per inquadrare al meglio lo status quo prima di guardare al futuro sono intervenuti Andrea Cancellato, Direttore Generale Triennale di Milano per il settore Comunicazione & Cultura; Carlotta De Bevilacqua, Artemide Vice President sul fronte Energia/Economia; Oscar di Montigny, Direttore Marketing Comunicazione e Innovazione Banca Mediolanum per l’area Salute & Benessere e Paolo Iabichino, Art Director Ogilvy sul versante Educazione. Da tutti è emerso l’invito a uscire dagli schemi, cambiare paradigma senza mai dimenticare che gli utenti sono il cuore del cambiamento.

Lo step 2 della Charrette si chiama Iteration ed è pensata come un “prova su strada” del progetto in divenire. Aprendosi all’ascolto e ai suggerimenti degli esperti il gruppo di lavoro scopre difetti o potenzialità del proprio progetto, che si ricalibra e prende una forma più compiuta. A fornire punti di vista e rilevare criticità hanno pensato gli esperti di Comunicazione & Cultura  Cristina Chiavarino e Andrea Rebaglio, rispettivamente Direttore e Vice Direttore Area Arte e Cultura, Fondazione Cariplo; Marco Salvadori, Head of Digital and Innovation, Fastweb, official partner di Future Ways of living per l’ambito Educazione e Anna Meroni, Head of the M.Sc in Product Service System Design al Politecnico di Milano per il gruppo Food.

Ad emergere dagli spunti degli Expert Advisor è la necessità di pensare al futuro non solo come un nuovo territorio tecnologico, ma vestirlo di forme e spazi diversi pronti per migliorare la vita delle comunità. (Nella gallery alcuni momenti della Charrette)

Testato il progetto, si è entrati nella fase 3, la più calda. Detta Presentation, è a tutti gli effetti una prova generale del lavoro ormai forte di nodi chiave e di un suo carattere grafico ben definito. Sotto lo sguardo degli esperti Luisa Collina, Professore di Design al Politecnico di Milano per l’ambito Food; Marino Masotti, Giornalista finanziario Websim e Maria Cristina Papetti, Head of Sustainability Projects and Practice Sharing, Innovation and Sustainability Enel Group per il cluster Energia & Economia, i 6 team della Charrette hanno mostrato le loro visioni per il terzo decennio del 21mo secolo. Si va, ad esempio, dal Cloud che connette in tempo reale il sistema sanitario con lo stato di salute del paziente alla piattaforma domanda-offerta di lavoro freelance progettata come un social network.

Visionari e insieme realistici, originali e con un taglio ottimista – tratti che sono molto piaciuti agli Expert Advisor –  i progetti per le Future Ways of living sono quasi pronti per venire alla luce ufficialmente. Dopo gli ultimi ritocchi nella fase 4 detta Refinement, i lavori stanno per vivere il momento 5 ovvero il Finale, l’atto conclusivo del laboratorio di progettazione partecipata.

Le 6 visioni del futuro nate dalla Charrette verranno presentate ufficialmente alla città venerdì 26 giugno alle ore 18.30 in occasione dell’evento Toronto meets Milano che chiude la Special Edition con un confronto tra le due città metropolitane gemellate e un’anteprima del documentario che ripercorre le tre settimane di Future ways of living. Per iscriversi, info@matteidigital.com.

About Meet the Media Guru

MEET THE MEDIA GURU è una piattaforma di incontri sulla cultura digitale e l'innovazione, ideata dalla Mattei Digital Communication. Post your vision #mediaguru