Close filters

Tipo di contenuto

Loading...

Ricerca in corso

Post

Facciamoci AuGuri pieni di futuro

Se dovessimo associare una parola al 2017 di Meet the Media Guru sarebbe certamente intensità. Mai come quest’anno l’esplorazione dell’innovazione è stata così pervasiva, a partire dalle dieci guru-lecture (chi si fosse perso qualcosa,  trova tutto qui) che hanno visto alternarsi Tim Jones, Gabo Arora, Koert van Mensvoort, Nancy Proctor, Lining Yao, Giorgia Lupi, Anouk Wipprecht, Victor Perez e Annie Warburton, che hanno allargato i nostri orizzonti, offrendoci stimoli e overview sui cambiamenti in atto.

Nel nostro viaggio sull’onda delle future ways, abbiamo avuto ottimo compagni di viaggio come Accenture e Innovation and Craft Society, Milano Film Festival insieme ai quali abbiamo costruito appuntamenti aperti alla città. E Milano è stata ancora una volta il nostro territorio d’esplorazione preferito: siamo tornati alla Triennale, al Museo della Scienza e della Tecnologia, a BASE dove ormai ci sentiamo a casa, scoprendo con gioia la bellezza di luoghi “nuovi” (per noi, almeno) come Palazzo Litta dove il Ministero dei Beni Culturali ci ha permesso di portare una ventata di Cultura Digitale.

Il 2017 di Meet the Media Guru non può dirsi completo senza gli incontri Exhibitionist, il Digital Award, gli appuntamenti executive e il programma Orizzonti di Innovazione. Come dimenticare poi gli appuntamenti oltreoceano come Digifest, progettati in sinergia con George Brown College e Institute without Boundaries, partner internazionali con base a Toronto.

Perché questa piccola astronave dedicata alla cultura digitale continua a viaggiare è fondamentale il supporto, l’entusiasmo e la passione di molti, ci sembra questa una buona occasione per ricordarlo. A rendere possibile il lavoro di Meet the Media Guru sono state tante realtà diverse, in primis i nostri partner: Fastweb, Artemide, Fondazione Fiera e le istituzioni locali come Comune di Milano, Regione Lombardia e Fondazione Cariplo che ci hanno garantito il patrocinio. Un grazie va anche ad istituzioni internazionali come Consolato Generale del Regno dei Paesi Bassi a Milano e Ambasciata del Canada in Italia, sempre in prima linea nel sostenere la missione di digital literacy che è il cuore del progetto MtMg.

MtMG è anche una squadra di professionisti da sempre dietro le quinte come il regista Claudio Prati, veterano assoluto delle guru-lecture; tutta la squadra del mitico service Events Technology; Assistaff per il supporto tecnico; Maurizio Boni traduttore che ha dato voce a quasi tutti i nostri ospiti; Nicola Bruno di Effecinque che firma lo Storify delle serate; le press ladies Silvia Introzzi e Camilla Palma di Manzoni22 che portano il mondo Meet the Media Guru sui giornali. Special thanks anche a MailUp, StreamcolorsSocial Reporters, nostri partner operativi, community che non fa mai mancare presenza e calore. Grazie davvero!

Ma torniamo al futuro (sì, è un vizio!): nel 2018 ci attende un programma fittissimo: ci sono in cantiere molti guru che ci parleranno di temi quali mobilità, intelligenza artificiale, man-machine collaboration e tanto altro – leggi qui, una mostra, diversi workshop e poi c’è la novità delle novità che, per ora, non possiamo svelare. Sarà entusiasmante e non vediamo l’ora di poterla raccontare. Per ora, facciamo i nostri AuGuri pieni di futuro con la promessa di aggiornamenti stupefacenti 🙂

Meet the Media Guru è realizzato in partnership con Fastweb, Artemide, Fondazione Fiera Milano, con il patrocinio di Comune di Milano, Regione Lombardia e Fondazione Cariplo e la collaborazione di Institute without Boundaries | George Brown College – Toronto.