Con Lining Yao parliamo di Fashion Tech e Bio Design

Il 7 giugno la designer cinese sarà al Museo della Scienza. Con lei ci tuffiamo nell'innovazione per la moda e le wearable technologies. Iscriviti

Con Lining Yao Meet the Media Guru guarda per la prima volta alla moda indagando gli scenari di innovazione che la attraversano. A fare da apripista a questa ricerca è la giovane e affermata designer cinese di origini mongole, che mercoledì 7 giugno alle 19.30 portiamo al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci (via S. Vittore 21, Milano). Iscriviti all’incontro.

Il lavoro di Yao ricerca ruota intorno l’intersezione fra interaction design, ingegneria e fabbricazione digitale per produrre interfacce innovative – i cosiddetti Living Materials – a partire da elementi biologici. Già allieva di Hiroshi Ishii direttore del MIT Media Lab e co-direttore del Tangible Media Group presso cui Lining ha recentemente conseguito il suo dottorato, la principale occupazione di Yao è “programmare” lo stato fisico di un materiale proprio come un programmatore fa con un software. Ciò significa stabilirne forma, colore, rigidità, densità e consistenza, per limitarsi agli interventi più evidenti.

Nell’ambito del progetto bioLogic, la cui missione è arrivare a sintetizzare la “biopelle”, Lining Yao ha ideato e realizzato Second Skin, una t-shirt “viva” che può rispondere ai bisogni del corpo che la indossa. Second Skin, ad esempio, è in grado di reagire all’aumento dell’umidità corporea – il sudore, in primis – grazie a piccolissime fessure inserite nella trama che, aprendosi, permettono al calore di disperdersi. Quando il tasso di umidità si abbassa, le fessure si richiudono evitando la dispersione di calore.

A garantire queste performance è l’innesto nel tessuto della t-shirt di un batterio, il Bacillus Subtilis Natto, che si espande e si restringe a seconda dell’umidità dell’ambiente in cui si trova. Lining Yao ha scoperto questa funzionalità del tutto reversibile. Intuite le potenzialità della scoperta, Yao ha subito guardato alla sua applicazione nel fashion design e, di conseguenza, in campo manifatturiero. Second Skin è da subito sembrata un’applicazione perfetta per il mondo dello sportwear, ma le capacità del Bacillus Subtilis di trasformare forma e taglia di un tessuto sono applicabili in decine di indumenti diversi.

.

Second Skin, che ha vinto numerosi premi fra cui il Red Dot Award 2016 per tre diverse categorie: Textile, Fabric, Textures, Patterns and Cloth Design; Wearable Technologies Design e Fashion, Apparel and Garment Design, è solo uno dei progetti di cui Linig Yao ci parlerà il 7 giugno al Museo della Scienza e della Tecnologia (via S. Vittore 21, Milano). L’incontro sarà l’occasione per approfondire gli scenari aperti dai Living Materials e dal più vasto settore del Bio Design per la moda e le wearable technologies in genere.

L’ingresso è libero, con registrazione obbligatoria qui.

Meet the Media Guru è realizzato in partnership con Fastweb, Artemide, Fondazione Fiera Milano, con il patrocinio di Regione Lombardia e Fondazione Cariplo e la collaborazione di Institute without Boundaries | George Brown College – Toronto.

About Meet the Media Guru

MEET THE MEDIA GURU è una piattaforma di incontri sulla cultura digitale e l'innovazione, ideata dalla Mattei Digital Communication. Post your vision #mediaguru