I Guru della Special Edition

Mediateca Santa Teresa | via della Moscova 28, Milano

Foteini-Agrafioti
Foteini Agrafioti

Vice President Architech

Ingegnere della sicurezza biometrica e personale, Foteini Agrafioti, solleva le preoccupazioni riguardo le password e le ID di oggi, e studia come il corpo umano può fornire forme di identificazione più facili e accurate.
Foteini lascia la sua Grecia per perseguire un dottorato di ricerca al Biosecurity Lab dell’Università di Toronto. Nel 2012 viene nominata “Inventor of the Year” grazie alla sua tecnologia biometrica: l’HeartID, un dispositivo in grado di autenticare l’identità degli utenti sulla base di un elettrocardiogramma. È inoltre co-fondatore del Nymi, Vice Presidente del dipartimento Ricerca e innovazione presso Architech e fondatrice di Architech Labs, dove svolge attività di ricerca sulle tecnologie del comportamento umano.

paola-antonelli
Paola Antonelli

Direttore della Ricerca e Sviluppo del MoMA Museum of Modern Art, New York

Senior Curator della sezione architettura e design del Museum of Modern Art di New York, dal 2012 Paola Antonelli riveste anche il ruolo di Direttore della Ricerca e Sviluppo di questa prestigiosa istituzione, occupandosi di esplorare e delineare quali saranno il ruolo, l’organizzazione e le tecnologie dei musei e delle mostre del futuro. Il lavoro di Paola unisce design, architettura, arte e tecnologia e la sua attenzione si focalizza soprattutto sull’influenza del design nell’esperienza quotidiana. Docente, giornalista, curatrice di mostre anche in Europa e Giappone, oltre che negli Stati Uniti, autrice di numerosi cataloghi, interviene regolarmente nei più importanti convegni internazionali di settore e non. Recentemente è stata inclusa da Art Review tra le cento persone più influenti del mondo internazionale dell’arte.

Giuliana-Bruno
Giuliana Bruno

Professore di Visual and Environmental Studies, Facoltà di Design, Harvard

Sua la teoria filosofica della geografia emozionale, categoria interpretativa ora diffusa in tutto il mondo, anche grazie all’Atlas of Emotion: Journeys in Art, Architecture, and Film (Verso, 2002), [Atlante delle emozioni. In viaggio tra arte, architettura e cinema, 2007, Bruno Mondadori]. La geografia emozionale interessa molte pratiche artistiche: dalla pittura alla fotografia, dal cinema all’architettura, dalla cartografia al design, dalla moda alla pubblicità. Il suo ultimo libro è Surface: Matters of Aesthetics, Materiality, and Media.

Luc-Courchense
Luc Courchense

Visual Artist

Artista e professore canadese, dal 2006 direttore della Scuola di Disegno Industriale dell’Università di Montreal, è inoltre presidente della Société des artstecnologiques. Ha conseguito una laurea in Design al Nova Scotia College of Art and Design. Nel 1980 ha conseguito il Master of Science in Arti Visive del Massachusetts Institute of Technology. Dal 1980, ha dedicato il suo tempo alla ricerca sull’interattività ed è sostenitore per la diffusione di mostre multimediali nei musei. Ha lavorato con la luce, immagini, filmati e video.
Recentemente si è concentrato sulla rappresentazione della personalità e le espressioni facciali, i gesti e il linguaggio.

Derrick-De-Kerckhove
Derrick De Kerckhove

Sociologo della cultura digitale e direttore scientifico di Media2000

Considerato l’erede intellettuale di Marshall McLuhan. I suoi concetti di “brainframes” e “intelligenza connettiva” sono al centro del dibattito su cultura, arte ed economia. È autore di numerosi testi su tecnologie, web e connettività. L’ultimo è “L’era del tag”. È Direttore del Programma McLuhan in Cultura e Tecnologia alla University of Toronto, docente all’Università Federico II di Napoli, titolare della ricerca in Educazione e Tecnologia presso la Biblioteca del Congresso di Washington.

Patricia-De-Vries
Patricia De Vries

Coordinatore MoneyLab Project dell’Institute of Network Cultures di Amsterdam

Patricia è coordinatrice di MoneyLab, presso Network Cultures. Il progetto di ricerca, realizza modelli di revenue, sistemi di pagamento e valute, sperimentandoli digitalmente. Patricia ha una formazione accademica in Scienze della Comunicazione, Analisti Culturale e Studi Liberali. Dal 2010 al 2012 ha vissuto a New York, dove ha lavorato come ricercatrice associata presso il Think Tank World Policy Institute e come assistente del professor James Miller alla New School for Social Research.

Luigi-Ferrara
Luigi Ferrara

Direttore Institute without Boundaries (IwB) di Toronto

Luigi Ferrara è direttore della School of Design del George Brown College di Toronto e del collegato Insitute without boundaries, scuola di specializzazione  post laurea che si propone di promuovere la collaborazione interdisciplinare per creare soluzioni innovative alle sfide globali del XXI secolo. Laureato alla Facoltà di Architettura presso l’Università di Toronto e all’inizio della sua carriera, Luigi ha lavorato per lo studio di architettura di fama internazionale Stirling, Wilford Associates, e con aziende locali. Dal 1997 al 2005 ha rivestito un ruolo determinante nello sviluppo delle attività dell’ICSID, International Council of the Societies of Industrial Design, organizzazione non profit con sede a Toronto a cui aderiscono oltre 50 nazioni e che promuove studi, mostre e formazione nel settore del dell’industrial design.

Freddy-Paul-Grunert
Freddy Paul Grunert

Visual artist e curatore al ZKM | Center for Art and Media – Karlsruhe

Artista e curatore di ZKM di Karlsruhe, uno dei primi musei in Europa ad aver colto la sfida di rispondere adeguatamente al rapido sviluppo dell’information technology e alle conseguenti trasformazioni della struttura sociale e culturale.
Ha studiato filosofia e antropologia a Stoccarda e Roma. Dalla metà degli anni 1980, le sue opere trans-genere sono stati presentate a livello internazionale in mostre personali e collettive, tra cui: Biennale di San Paolo del Brasile (1994), Ludwig Forum, Aachen (1995), Art Cologne, Biennale di Venezia, e ZKM | Karlsruhe (tutti 2003). Ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra gli altri, nel 2005, dal Presidente del Parlamento europeo per la pianificazione urbana progetto “selph2” di Potsdam, e un encomio per “Philosophie des Hydrogens” durante la conferenza stampa dei media per la Terza Rivoluzione Industriale a Bruxelles .

Lawrence-Lessig
Lawrence Lessig

Fondatore e amministratore delegato di Creative Commons e fondatore dello Stanford Center for Internet and Society

Professore di legge alla Stanford Law School e fondatore dello Stanford Center for Internet and Society. È fondatore e amministratore delegato di Creative Commons, nonché membro del consiglio direttivo della Electronic Frontier Foundation e di quello del Software Freedom Law Center, costituito nel 2005. Dal 2007 Lessig ha concentrato la sua attività di ricerca sul tema dei nuovi modelli di democrazia partecipata e sulla trasparenza di istituzioni e organizzazioni.


Steve Mann

Inventore e ricercatore in Wearable Computing e direttore EyeTap Personal Imaging Lab, Università di Toronto

Artista, scienziato, designer e inventore, ha reso Toronto l’epicentro mondiale delle wearable technologies già negli anni 80. Nel 1992 Mann si è trasferito a Boston, al MIT, e ha dato l’avvio al progetto in Wearable Computing del MIT Media Lab. Queste le parole del fondatore del laboratorio, Nicholas Negroponte: “ Steve Mann è l’esempio perfetto di qualcuno….che ha fortemente creduto nella sua visione e ha finito per fondare una nuova disciplina”.

Keiichi-Matsuda
Keiichi Matsuda

Artista e designer

Designer e filmaker, Keiichi Matsuda indaga le implicazioni delle tecnologie sulla percezione umana e sulla costruzione dell’ambiente circostante. Il suo lavoro è stato esposto e premiato presso istituzioni culturali come il Victoria & Albert Museum di Londra, l’Art Institute di Chicago, il MoMA di New York, l’Expo di Shanghai. Matsuda ha base a Londra e collabora alla progettazione di ambienti e interfacce futuristiche con aziende tecnologiche internazionali. Keiichi Matsuda esamina la Realtà Aumentata, una dimensione emergente che attraverso i dispositivi digitali sovrappone e integra le informazioni allo spazio fisico e architettonico. Studia questo habitat ibrido per cogliere i mutamenti culturali e sociali in atto e ci mostra la convergenza tra virtuale e reale in un insieme contiguo, stratificato e dinamico.

Emanuele-Micheli
Emanuele Micheli

Vice presidente della Scuola di Robotica di Genova

Ingegnere Meccanico specializzato in robotica, collabora con Scuola di Robotica dal 2001 e continuativamente dal 2005. Per Scuola di Robotica si occupa dei corsi di Formazione sulla robotica educativa per docenti di scuole di ogni ordine e grado ed è il coordinatore delle attività didattiche di SdR e dei progetti per le scuole. Nell’ambito del progetto europeo “Roberta, le ragazze scoprono i robot” è stato accreditato come “Tutor of Teachers” dal Fraunhofer Institute for Intelligent Analysis and Information Systems IAIS di Sankt Augustin in Germania. Oltre alla robotica educativa si occupa anche di design, di roboetica e di divulgazione. Per SdR tiene numerose conferenze in tutta Italia e ha partecipato a numerosi progetti europei e nazionali. Coordina e progetta numerosi laboratori per bambini sulla robotica nell’ambito dei più importanti festival scientifici italiani.

Donald-Norman
Donald Norman

Professore Emerito di Scienze Cognitive e Psicologia all’Università di San Diego

Laureatosi in ingegneria e specializzatosi in psicologia, Don Norman è stato definito un antropologo della vita moderna. È autore di numerosi libri sul design ed è noto per le sue teorie sulla “user-centered interface”.
Tra i suoi saggi di maggior successo si possono citare “La caffettiera del masochista”, “Il design del futuro”, “Living with Complexity” che affronta il tema del design sociale e il suo ultimo lavoro “The Design of Everyday Things”.
È stato vicepresidente del gruppo di ricerca sulle tecnologie avanzate per la Apple Computer e dirigente alla Hewlett Packard e alla U Next.

Carlo-Ratti
Carlo Ratti

Direttore del MIT Senseable City Lab di Boston

Ingegnere civile e architetto, insegna al Massachusetts Institute of Technology dove dirige il Senseable City Laboratory, un gruppo di ricerca che esplora le “real-time city” studiando il crescente sviluppo di sensori e di dispositivi elettronici portatili, insieme alle loro relazioni con l’ambiente.
È fondatore dello studio internazionale Carlo Ratti Associati. Nominato nel 2011 da Fast Company tra i 50 designer più influenti in America è attuale curatore del Future Food District per Expo Milano 2015

Mark-Rolston
Mark Rolston

Designer e fondatore di argodesign

Designer di fama internazionale con 25 anni di carriera creativa nelle più grandi e innovative aziende del mondo. Pioniere del software user experience, Mark ha contribuito alla creazione delle discipline che ruotano intorno alla progettazione dell’interfaccia utente e alle piattaforme mobili. La sua attenzione rivoluzionaria continua ancora oggi, mentre si affronta la sfida moderna del design al di fuori del manufatto visibile, nel regno del comportamento, dell’interazione tra elementi invisibili, uomo e macchina. Prima di fondare argodesign, Mark è stato Chief Creative Officer di frogdesign, guidando la trasformazione della società in una moderna impresa di progettazione strategica. Nel 2014 è stato candidato come “Fast Company’s World’s Greatest Designer”.

Karan-Singh
Karan Singh

Professore di Computer Science all’Università di Toronto

Professore di Computer Science all’Università di Toronto, dove co-dirige il DGP, stimato laboratorio dedicato alla grafica all’interazione uomo-computer. Il suoi campi di ricerca sono arte e percezione che abbraccia la grafica interattiva e il geometric design, animazione, rendering dipinto, interfacce mobili e realtà virtuale. Ha diretto ed è stato responsabile “Ricerca e Sviluppo” per il corto animato Ryan premiato agli Oscar nel 2005 e ha curato la mostra di arte elettronica Labytinths (www.karanshersingh.com). É co-fondatore di molte start up quali, fra le altre, Arcestra, FIatFab e janusVR.

Thomas-Sutton
Thomas Sutton

Direttore creativo di frog

Executive Creative Director di frog si occupa della progettazione di soluzioni “inspiring” e significative che possano essere applicate a problemi reali. Come responsabile dei temi dedicati al design e alla salute, aiuta ad applicare i principi e le pratiche human-centered alle sfide delle aziende farmaceutiche delle strumentazioni mediche. Questo suo lavoro include la ricerca nel campo medico, del supporto al paziente, nella distribuzione di medicinali e nello sviluppo di nuovimodelli di gestione delle malattie croniche. Thomas, nel 2005, è stato uno dei fondatori dello studio di frog Milano di cui è stato General Manager per 5 anni.
Dopo una laurea in Design Industriale alla Victoria University di Wellington nel 1995, ha studiato ingegneria meccanica alla Open University e prima di approdarea frog ha lavorato in Flextonics e Design Continuum, sempre con un occhio di riguardo a progetti human-centered.

Marcus-Wendt
Marcus Wendt

Performer e Fondatore FIELD

Direttore creativo del digital art studio Field.io di Londra, che crea narrazioni digitali all’avanguardia, identità dinamiche, concetti transmediali, come opere d’arte indipendenti e su commissione. Laureato in Fine Arts and Digital Communication alla Scuola di Arte e Design di Kassel. Nel 2006 si associa a Field.io e nel 2009 diventa co-founder dello studio. Il lavoro di Marcus è emotivo e narrativo, mescola un fascino per la pittura contemporanea e la tecnologia. Il suo approccio per processi deriva da più di diecianni di esperienza nella codifica creativo e design generativo.
Tra clienti e partner dello studio hanno incluso Nike, GE, Accenture, DeutscheBank, The Creators Project, il Museo di Londra, e la British Library.

 

« GURU DAYS

About the Author

MEET THE MEDIA GURU è una piattaforma di incontri sulla cultura digitale e l'innovazione, ideata dalla Mattei Digital Communication. Post your vision #mediaguru