Close filters

Tipo di contenuto

Loading...

Ricerca in corso

Post

Al Poli, una lezione fra Reale e Virtuale targata MtMG

Come lo spazio fisico e quello virtuale si integrano per un evento? Meet the Media Guru lavora su questo tema da oltre 10 anni, lo fa coniugando coinvolgimento del pubblico in sala e condivisione con la rete, apertura e interazione, immersività e disseminazione. Un doppio canale di cui si discuterà venerdì 15 aprile alle 16:30 all’Aula Rogers del Politecnico di Milano (via Ampère 2) nell’ambito del workshop Diamo spazio all’evento! Reale e virtuale a confronto organizzato dal Corso di Scenografia e Spazi della Rappresentazione in collaborazione con MtMG che vede la partecipazione del guru Derrick de Kerckhove.

«L’architettura è sempre più orientata verso ciò che accade e soprattutto può accadere in un certo luogo, attraverso un approccio in cui all’intenzione di chiudere e definire si sostituisce la ricerca e l’amplificazione del possibile e dell’inatteso. Qualcosa di eccezionale e potenzialmente sovversivo, ma anche profondamente locale, specifico e irripetibile. – si legge nel testo di presentazione del workshop – Come si confronta questa idea sedimentata di evento con la dilatazione spaziotemporale introdotta dai media digitali? Come può aprirsi a una localizzazione globale e a una simultaneità ininterrotta senza perdere la sua specifica identità?».

A rispondere a queste domande concorreranno il sociologo e già direttore del McLuhan Program in Cultura e Tecnologia dell’Università di Toronto Derrick de Kerckhove e Maria Grazia Mattei; i titolari del corso, i professori Pierluigi Salvadeo e Jacopo Leveratto; Paolo Rigamonti, socio fondatore dello studio di interaction e exhibition design LimiteazeroStefano Mirti, responsabile del master Relational Design della NABA e del MOOC Design 101, nonché fondatore di Id-Lab; Antonio Pozzo, docente di Teatro, Multimedia e Drammaturgia della performance digitale all’Università di Torino; e Streamcolors ovvero Giuliana Geronimo e Giacomo Giannella, duo di digital artist specializzato in 3D e arti generative.

L’evento del 15 aprile al Politecnico è ad ingresso libero e non è necessario registrarsi.