Close filters

Tipo di contenuto

Loading...

Ricerca in corso

Post

Noah Raford, il designer del futuro

“Il nostro obiettivo è usare creatività e ispirazione per andare oltre la paralisi e verso la complessità, per cercare l’incertezza e il cambiamento con lo stesso vigore e la spinta che tradizionalmente abbiamo riservato per il mantenimento dello status quo. Se la transizione è l’obiettivo, allora il design è il metodo, il futuro è la direzione e le azioni stimolanti ne sono il risultato”. Queste parole di Noah Raford riassumono il suo “manifesto” dell’innovazione. Futurist in Chief della Dubai Future Foundation e direttore del Museum of the Future, Raford è il prossimo ospite di Meet the Media Guru. La sua lecture è in calendario venerdì 28 settembre (ore 19.30) alla Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale (piazza Duomo 12 – Milano). Iscriviti.

In continuità con gli interventi passati di Paola Antonelli, Nancy Proctor e Corey Timpson, l’incontro con Raford metterà a fuoco cosa significare fare innovazione culturale mentre intorno convivono e si rincorrono tecnologie eclatanti e scenari di trasformazione spesso nebulosi. Gran parte del lavoro di Raford nell’Emirato è proprio identificare opportunità emergenti, sviluppare partnership strategiche e realizzare prototipi di future iniziative per il governo di Dubai.

In attesa dell’apertura ufficiale del museo alla fine del 2019, alcune di queste macro tendenze Raford e il suo team l’hanno messe in mostra in diverse exhibit temporanee dedicate rispettivamente a Smart City; Intelligenza Artificiale e Robotica, come ben racconta il video qui sotto.

La lecture di Raford proverà a mettere a fuoco la transizione – inevitabile per un museo (!) che guardi al futuro – da una collezione permanente ad un “pacchetto esperienziale”. Al visitatore si offrono panorami possibili o, proseguendo nella metafora, passeggiate in un luogo da scoprire senza paura, ma con la fascinazione del nuovo attraverso sale immersive e iperreali, interazioni con robot intelligenti e super-computer. Diversamente dal consueto, lo spazio espositivo valorizza non più ciò che si è cristallizzato nel tempo, ma ciò che sta prendendo forma mentre viviamo e si assume la responsabilità di trasmettere un’idea possibile di futuro. Emerge qui un’opportunità nuova, finora inesplorata: l’occasione di plasmare l’avvenire che ci attende, variarne il percorso, in una parola progettarlo.

Raford racconterà il suo punto di vista e accoglierà le domande del pubblico. Per partecipare alla lecture a Meet the Media Guru di Noah Raford, occorre iscriversi a questo link.