Close filters

Tipo di contenuto

Loading...

Ricerca in corso

Post

Future ways of living: prossimi appuntamenti

In attesa d’inaugurare l’edizione 2015 del 23 febbraio con il pioniere Hiroshi Ishii, vi sveliamo qualche anticipazione sul nostro percorso denso di appuntamenti e personaggi internazionali verso la Special Edition di giugno.

Per festeggiare i nostri 10 anni abbiamo pensato che il modo migliore per festeggiare è guardare al prossimo decennale. E allora ci chiediamo: come vogliamo vivere, innovare, lavorare, comunicare da qui al 2025?
Un viaggio che esplora le Future ways of living attraverso racconti, esperienze e immagini dei più grandi innovatori, artisti e pensatori del panorama digitale internazionale: Derrick De Kerchkove, Freddy Paul Grunert, Helen Boaden, Daan Roosegaarde.

L’innovazione che fa Cultura

Un focus Il 4 marzo appuntamento firmato MTMG FOCUS dal titolo “Innovazione Culturale”, per guardare all’immenso patrimonio storico e artistico che ci circonda e a come possiamo prendercene cura e valorizzarlo, innovando con l’aiuto del digitale.

Sul palco due relatori di fama internazionale, Derrick de Kerckhove e Freddy Paul Grunert, che insieme a Maria Grazia Mattei e Alessandro Rubini tracceranno lo stato dell’arte in Italia attraverso il confronto con case history dall’Europa e dal mondo.

Già ospite a Meet the Media Guru con un’affascinante lecture sulle psicotecnologie connettive, grazie alla collaborazione con Egea diventata anche libro, Derrick De Kerckhove è considerato l’erede intellettuale di Marshall McLuhan, di cui è stato assistente, e i suoi concetti di brainframes e di intelligenza connettiva sono al centro del dibattito contemporaneo che collega cultura, arte, imprese.
Insieme a lui, Freddy Paul Grunert, la cui esperienza allo ZKM – Centro per l’Arte e la Tecnologia dei Media come artista e curatore sarà occasione per parlare dell’unione tra cultura e digitale, e conoscere le esperienze internazionali che rispondono adeguatamente al rapido sviluppo dell’information technology e alle conseguenti trasformazioni della struttura sociale. Un dialogo a più voci per mettere a fuoco i fattori che determinano una diversa partecipazione ai progetti culturali da parte del pubblico e delle Istituzioni e la funzione dell’innovazione culturale nel cambiare le modalità di fruizione del sapere.

zkm_Centro per l'arte e la tecnologia dei media

Radio-Attività e Rivoluzione Digitale

Proseguiamo il nostro percorso verso domenica 15 marzo quando, all’interno di RadioCity Milano una tre giorni dedicata alla radio italiana e ai suoi protagonisti, Meet the Media Guru traccerà con Helen Boaden una riflessione su come il mondo delle radio incontra il digitale e sul futuro dei mezzi di comunicazione.
Direttrice BBC Radio e relatrice di RadioDays Europe (conferenza internazionale dedicata alle evoluzioni nel mondo della radio) Helen Boaden inizia la sua carriera giornalistica alla radio dell’Università del Sussex ed è la prima donna a diventare responsabile dei programmi radio dedicati all’economia. Sotto la sua guida, Radio 4 ha vinto il Gold Award per Sony Stazione UK dell’Anno nel 2003 e 2004 e una vasta gamma di premi per il giornalismo specializzato.

La rivoluzione digitale – sostiene Helen – ha influito profondamente sulla raccolta di notizie, configurandosi così come una forte alleata del giornalismo. Da quando ha iniziato la sua professione, la tecnologia ha radicalmente cambiato il campo del giornalismo. Ora tutto è digitale e viaggia con grande rapidità; ma questi vantaggi hanno un prezzo da pagare, avverte Helen Boaden che, forte del suo percorso nel mondo dei media, ne traccerà le traiettorie future.

boaden_radiocity_milano

Il design sostenibile si fa poesia

Anche quest’anno prosegue la consuetudine di proporre un appuntamento dedicato all’innovazione nel campo del design durante la settimana del Salone del Mobile. Protagonista giovedì 16 aprile sarà il tecno-poeta Daan Roosegarde. Questo designer e innovatore olandese ha riscosso una notevole fama internazionale per i suoi lavori di design sociale che esplorano i più innovativi smart material e la relazione tra persone, tecnologia e spazio.

Roosegaarde è nella top 5 della Sustainable Trouw come uno dei designer di progetti sostenibili più influenti, è stato selezionato come Talento dell’Anno 2015 dal Kunstweek ed è stato protagonista di mostre di successo presso Rijksmuseum di Amsterdam, Tate Modern, Victoria&Albert Museum, National Museum di Tokyo e in diversi spazi pubblici da Rotterdame a Hong Kong.

I suoi progetti spaziano dalla moda all’architettura, rendono interattivi spazio e spettatore, stabilendo un dialogo, da Roosegaarde definito “techno-poetry” tra idea e tecnologia.
In attesa di incontrarlo, vi lasciamo sognare ad occhi aperti con il video su The Starry Night, progetto di una pista ciclabile illuminata e ispirata alla notte stellata di Van Gogh.

 

||| Come partecipare agli incontri?

Sono attualmente aperte le iscrizioni per MtMG Focus del 4 marzo presso Mediateca Santa Teresa.
Mentre le iscrizioni per Helen Boaden e Daan Roosegaarde apriranno a breve. Per non perdere l’evento potete iscrivervi alla nostra Guru-Newsletter.