Winy Maas 29/05/2007

Winy Maas è architetto e urbanista. Nel 1991 fonda a Rotterdam con Jacob Van Rijs e Natalie De Vries lo studio MVRDV, con cui sviluppa progetti con l’uso di software […]

Winy Maas è architetto e urbanista. Nel 1991 fonda a Rotterdam con Jacob Van Rijs e Natalie De Vries lo studio MVRDV, con cui sviluppa progetti con l’uso di software specifici, come Functionmixer, Regionmaker e Cimatizer, per la gestione di parametri complessi.
L’opera di questo importante studio diventa, negli anni Novanta, cifra della mutata direzione dell’architettura in Olanda, generata da una nuova concezione della democrazia come sperimentazione e partecipazione del cittadino al cambiamento, che ha aperto la radicale trasformazione fisico-spaziale del paese.

Analizzando la città non più solo come intorno fisico e spaziale, ma come complesso sistema di relazioni, MVRDV volge l’attenzione all’integrazione di dati economici, ambientali e sociali, includendo la dimensione temporale e quella umana nello stesso processo decisionale e progettuale. L’equilibrio, all’interno del paradosso che viene naturalmente a generarsi, è tra un ipotetico livello di controllo e comando di dati complessi ed eterogenei e le necessarie incertezza e autonomia, non linearità e non prevedibilità, determinate dall’ingresso di variabili in costante divenire.
Ancor più, la tecnologia, nel disegno urbano, interviene come strumento di lavoro e di calcolo ma soprattutto come materia progettuale, si fa soggetto e oggetto insieme di pianificazione: La metropoli contemporanea e’ intrisa di Information and Communication Technology.

Introduce a Milano il lavoro di Winy Maas, Valérie Châtelet di Anomos_Skylab, architetto e urbanista, curatrice dell’ultimo volume uscito a Parigi per la collana Anomalie_digital arts (Editions Hyx), Interactive Cities, che riunisce i contributi di ricercatori, urbanisti e storici internazionali sulle metropoli interattive contemporanee, per segnalare le prassi e i dibattiti che ne accompagnano la crescita.

L’incontro è realizzato in collaborazione con la rassegna Face Au Present curata da Anomos e dal Centre Pompidou di Parigi, nell’ambito di una partnership internazionale.

About Meet the Media Guru

MEET THE MEDIA GURU è una piattaforma di incontri sulla cultura digitale e l'innovazione, ideata dalla Mattei Digital Communication. Post your vision #mediaguru